Al momento esistono principalmente due tipi di training per diventare pilota di linea:

  • ATPL frozen (integrated o modular);
  • MPL.

L’ATPL (Airline Transport Pilot Licence) è il metodo tradizionale per diventare pilota. La formazione consiste nell’ottenere il brevetto di pilota commerciale (CPL) con diverse abilitazioni (IR e MCC, rispettivamente Instrument Rating e Multi-Crew Co-operation), per poi ottenere l’ATPL frozen. “Frozen” significa che ancora non si sono raggiunte le ore di volo necessarie ad ottenere la licenza piena, che si ottiene quando si raggiungono le 1500 ore di volo. Mentre l’ATPL integrated viene fatto presso una scuola di volo ed in tempi molto rapidi, il modular è più flessibile, potenzialmente meno costoso e più lungo, in quanto permette al pilota una maggiore autonomia nel gestire il proprio training, accumulando ore di volo quando e dove più gli aggrada. Una volta ottenuto il brevetto ATPL, il pilota può fare domanda di assunzione alle compagnie aeree, e generalmente dovrà pagarsi il Type Rating per l’aereo che andrà a pilotare (del costo, a grandi linee, variabile tra i 20.000 ed i 30.000 euro).

L’MPL (Multi-Crew Pilot Licence) è un brevetto che è stato introdotto abbastanza recentemente, nel 2006, e che è mirato a formare piloti in modo veloce e mirato all’ambiente di lavoro di un aereo di linea. Le compagnie aeree che accettano piloti tramite l’MPL sono poche al momento, tra cui easyJet e Flybe. Tutto il training, eccetto la parte iniziale, è fortemente focalizzato sugli aspetti multi-crew della professione e include lo studio delle SOP (Standard Operating Procedures) della compagnia aerea nella quale si vuole entrare, nonché il Type Rating. Per questo motivo l’MPL è sempre mirato all’assunzione in una compagnia aerea specifica, e non si possono fare domande ad altre compagnie finché l’MPL non viene convertito in ATPL dopo aver raggiunto 1500 ore di volo.

Sia l’ATPL che l’MPL hanno pro e contro, di cui ho già parlato qui.

A grandissime linee, il costo medio di tutto il training, sia ATPL che MPL, incluso il Type Rating, si aggira intorno ai 130.000 euro, a meno che la compagnia aerea non ne finanzi una parte. La banca spagnola BBVA è la banca di riferimento per chi ha bisogno di un prestito bancario per pagare il training, ma è necessario ipotecare una casa inglese per ottenere il prestito. Al momento l’importo minimo del prestito è di 45.000£, ripagabili in un massimo di 10 anni. Ulteriori informazioni sul prestito si possono trovare qui.

Per diventare pilota di linea è inoltre necessario passare l’esame medico di Classe 1 – ed è cosa saggia farlo prima di iniziare il training. Qui parlerò dell’esame EASA Class 1 rilasciato dalla CAA (UK). Per sostenere l’esame è necessario prenotare telefonicamente (attualmente il numero è +44 (0)1293 573700, opzione 1). La disponibilità di date varia molto a seconda del periodo, quando ho prenotato io ho dovuto attendere circa una settimana per avere un appuntamento la mattina presto, oppure 2/3 settimane per un orario più comodo. Il costo per la visita iniziale è di circa 350£, ma se sono necessari accertamenti più approfonditi è necessario pagarli separatamente. Se tutto va bene, la durata della visita è di circa 3 ore e il certificato medico verrà rilasciato in giornata. Per la visita iniziale si può scegliere se andare a Gatwick (UK CAA Aeromedical Centre) o a Swanwick, Hampshire (NATS), mentre per i rinnovi futuri si può andare anche in altri studi medici abilitati. Se andate a Gatwick, scoprirete scale ed ingressi segreti dell’aeroporto di Londra Gatwick che mai avreste pensato potessero esistere. L’esame iniziale consiste in:

  • Analisi del sangue (emoglobina)
  • Analisi delle urine
  • Vista
  • Udito
  • Capacità polmonare
  • Elettrocardiogramma
  • Esame fisico generico

I rinnovi successivi richiedono meno test, a seconda dell’età e della condizione medica dell’interessato. Tutte le informazioni sull’esame medico, iniziale e non, sono disponibili su www.caa.co.uk/medical.

Ultima cosa, ma sempre importante soprattutto per chi deve prendere un prestito per finanziarsi il training, è l’assicurazione. Per i piloti basati nel Regno Unito, esiste un’assicurazione offerta dalla BALPA (British Airline Pilots’ Association, il sindacato inglese dei piloti), che comprende l’assicurazione sulla vita (life insurance) e sulla perdita della licenza medica (loss of licence). Nel caso della perdita della licenza medica, l’assicurazione può fornire un pagamento immediato di una somma di denaro e/o un pagamento dilazionato nel tempo, a seconda di quale polizza viene stipulata. Il premio dell’assicurazione, pagabile su base mensile o annuale, aumenta con l’età e con la somma assicurata. Nello specifico, quest’assicurazione viene offerta da BALPA Financial Solutions e qui si possono trovare maggiori informazioni. Esiste anche una polizza specifica per coloro che stanno facendo il training.

In Europa esistono tre scuole di volo di riferimento, che a mio parere sono, in ordine di reputazione, le seguenti:

Ci sono grandi e sanguinose battaglie su quale sia la scuola migliore tra OAA e CTC, e a volte la scelta migliore sembrerebbe proprio quella di andarsene a cuocere al sole di Jerez.

 

Post correlati

Offrimi un caffè!

Ti è piaciuto l'articolo? Le informazioni che hai letto ti sono state utili?
Clicca sulla tazza per offrimi un caffè e supportare questo blog!