Contrariamente a quanto spesso si pensa, non è necessaria un’utility gratuita o a pagamento per creare archivi ZIP su Mac. Questa credenza è abbastanza diffusa, non chiedetemi il perché; io stesso ho scoperto questa funzionalità che sinceramente non è neanche troppo nascosta dopo aver passato una buona mezz’ora cercando un’utility per creare archivi ZIP.

Per sfruttare le funzionalità di compressione integrata in OSX è sufficiente selezionare i file o le cartelle da inserire nel file ZIP, fare click destro e selezionare la funzione “comprimi”. In alternativa, la stessa funzione è richiamabile dal menu Archivio nella barra in alto. In questo modo viene creato un archivio non protetto da password contentente i file che avete selezionato.

Apparentemente esiste anche una funzionalità di OSX che vi permette di creare archivi criptati (protetti da password), ma non è integrata nell’interfaccia utente e deve essere quindi richiamata da riga di comando tramite il Terminale:

zip -ejr [name] [path to folder]

dove zip -ejr è il comando per la compressione (la e indica la criptazione), [name] è il nome dell’archivio che volete creare e [path to folder] è l’indirizzo della cartella il cui contenuto volete comprimere (anziché digitare l’intero percorso potete semplicemente fare drag&drop della cartella, e il Terminale inserirà automaticamente il suo percorso). Ricordate che prima di inserire questo comando dovete recarvi nella cartella dove volete che l’archivio sia creato usando il comando cd.

Buone compressioni!

Post correlati

Offrimi un caffè!

Ti è piaciuto l'articolo? Le informazioni che hai letto ti sono state utili?
Clicca sulla tazza per offrimi un caffè e supportare questo blog!