Vendere il proprio device Apple usato tramite Trendevice

Come probabilmente si evince dal titolo, questo articolo a chi voglia liberarsi di un device Apple (iPhone, iPad o Apple Watch) che non utilizzano più, magari perché ne hanno acquistato la nuova versione appena uscita oppure semplicemente perché non ne hanno più bisogno. La prima cosa che viene in mente, generalmente, è chiedere ad amici e familiari se sono interessati, ma se nessuno si fa avanti ci sono due possibilità: tenerlo inutilizzato nel cassetto del comodino oppure venderlo online.

Se optate per la seconda esiste un servizio molto comodo ed efficiente, Trendevice. Il sito permette di effettuare una valutazione online del valore del proprio oggetto (in base a dati come il livello di usura/danneggiamento, la dimensione della memoria, se vendiamo o meno il cavo e la scatola originale). Questo processo richiede pochissimo tempo, ad esempio il mio iPhone 5s comprato a gennaio 2014 al momento viene valutato ben 325 euro. Se poi decidiamo di procedere con la vendita, il sito permette di organizzare il ritiro a domicilio tramite corriere e, dopo che avranno verificato l’oggetto arriverà il pagamento tramite bonifico bancario.

Non ho provato di persona questo servizio ma dalle recensioni che ho letto sembra molto affidabile. Ho in programma di comprare un iPhone 6s quando uscirà il prossimo mese, ed è probabile che venda il vecchio telefono tramite Trendevice se non troverò conoscenti interessati. Spero che questa segnalazione vi sia stata utile!

Come si fa: vendere i propri CD (ed mp3) su Amazon

Non tutti sanno che i compositori che hanno interesse a vendere la propria musica online possono vendere i propri CD musicali su Amazon.com tramite CreateSpace.

Questo servizio, che al momento è limitato alla versione americana del famoso sito di e-commerce, permette di creare i propri dischi caricando i file audio sui server di Amazon e creando copertine e libretto completamente personalizzati oppure a partendo da template preconfigurati. Dopo aver invitato il vostro progetto ed aver ottenuto l’approvazione, dovete ordinarne una copia chiamata “proof copy” che vi permette di vedere (ed ascoltare) il prodotto finito. Se siete soddisfatti del risultato, potete ora mettere in vendita il disco, altrimenti potete modificare il progetto e ripete la procedura. I canali di vendita sono due: la piattaforma di Amazon.com e il vostro e-store (che potrebbe essere ad esempio il vostro sito internet). E’ da notare che per un certo numero di copie vendute avrete un profitto maggiore se i dischi sono stati venduti dall’e-store. Continua a leggere »