Buon Natale e Felici Feste!

Non preoccupatevi… nonostante la lunga assenza durante l’ultimo mese sono ancora vivo, e perciò voglio augurare ai miei lettori, abituali e non,

Buon Natale e Felici Feste

Buon Natale!

La Dega’s Blog & Co. augura a tutti i suoi più affezionati lettori un

felice Natale

natale
credits

PS: devo mettermi un po’ a smanettare con il template di questo blog… centrare l’immagine si è rivelato meno semplice del previsto! Altra cosa da aggiungere alla to-do list… :)

Merry Christmas!

Buon Natale

a tutti i lettori di questo blog (della serie: pochi ma buoni)!

crediti immagine

Italia a 78 giri – Concerto di Natale: resoconto

Ecco un piccolo resoconto di quello che è stato il concerto di Natale dell’orchestra Italia a 78 giri di sabato 20 dicembre!

L’appuntamento per iniziare a sistemare il palco e montare microfoni e tutto quanto era alle 9, ma io riesco ad arrivare solo alle 10 per una maledetta verifica di tedesco a scuola che non potevo assolutamente perdere. Appena entro mi metto subito al lavoro: ci sono le sedie e i leggii da spostare, le aste da posizionare, i microfoni da montare e i collegamenti da fare. Sistemiamo le casse, due per il pubblico più i monitor sul palco e la cassa personale dell’arpista (ma chi si crede di essere?!?!). Dopo aver fatto il test dei microfoni per verificare che i collegamenti funzionino facciamo il soundcheck e l’orchestra prova alcuni pezzi: apparte qualche incompresione sugli alti e bassi e i livelli dei vari monitor, tutto sembra andare liscio (tranne il responsabile di sala che diceva che non si sarebbe fatto nessun concerto se qualcuno non avesse fissato il cavo della ciabatta palco-mixer con dello scotch per motivi di sicurezza). Fatto anche questo tutta l’orchestra va in pausa pranzo, tranne io (ovviamente) che devo andare in sala regia col tecnico delle luci per programmare, appunto, la consolle delle luci. Due ore per capire che i fari motorizzati dovevano essere girati di una parte anziché dall’altra, ma comunque mi rimane un’oretta per tornare a casa e pranzare! Alle 14.30 di nuovo in teatro, quando entro mi trovo degli omoni in giacca e cravatta (rossa) che mi fanno anche un po’ di paura, purtroppo non c’è tempo di provare e alle 15 inizia ad entrare il pubblico! Età media: 95 anni. Ma almeno i numeri non si sono fatti desiderare, erano più o meno in 550! Il presentatore esordisce con il suo discorso di benvenuto, che secondo me si stava preparando da un mese, con un bellissimo microfono che (guarda un po’) non funziona (ma quando l’avevamo montato funzionava! vero?): dieci minuti buoni per fargli capire che se quel microfono non funziona ne deve prendere un altro :D Viene chiamata sul palco un po’ di gente importante, tra cui il presidente dell’UPAD e del Palladio (di cui si festeggiava il 20° compleanno) e il sindaco di Bolzano, nonché un nonnetto molto simpatico soprannominato “il poeta” (mah..) che pensava di essere Dante Alighieri che conduceva un telegiornale degli anni ’40.  In seguito sale sul palco Fornari, presidente dell’Istituto Musicale, che con una mossa magistrale riesce a mandare in fumo l’entrata in scena trionfale che avevamo programmato per gli orchestrali… li chiama lui direttamente sul palco :D

Nonostante queste premesse un po’ tragiche, il concerto è andato più che bene: il pubblico era entusiasta (…) e gli applausi e la partecipazione non si sono fatti aspettare. Se non fosse per lo stomaco dell’addetta all’occhio di bue che di punto in bianco ha deciso di opporsi alla legge di gravità, gli attori non sarebbero rimasti al buio, ma questa è un’altra storia (che esula da quelli che sono i compiti di un fonico e un’addetto luci).

Si conclude il tutto con veloce rinfresco e sudata finale per smontare tutto :)

Per fortuna che poi sono andato al cinema a farmi due risate con Natale a Rio :P

Regali di Natale? No, grazie

Io ODIO il dover fare il regalo di Natale ad una persona solo perché è Natale. Se si regala qualcosa a qualcuno è perché lo si vuole fare, non certo perché “è Natale”. In questo modo il regalo perde veramente ogni significato… certo, il Natale può essere una buona occasione per comprare qualcosa alle persone a cui teniamo per dimostrargli il nostro affetto, ma non deve assolutamente diventare l’unica ragione che ci spinge a farlo… o mi sbaglio?

Natale si avvicina!

Ed eccoci qua, è già il 17 dicembre e Natale si sta avvicinando a una velocità paurosa! Ormai manca soltanto una settimana… ogni tanto mi metto a pensare a questa festa… tante lucette, tanti regali, tante feste, tanti sorrisi… ma è rimasto qualcosa dentro di noi del significato originario di questa festività religiosa? Ho seri dubbi… Insomma, Natale è diventata la festa dei regali a persone che facciamo finta di considerare amici ma in realtà non vediamo l’ora di andarcene, la festa dei parenti che si incontrano tutti contenti e poi non si rivedono magari per un anno intero… Ok, sarei un po’… come dire, ipocrita a dire che i regali non mi interessano, però quelli li possiamo fare per tutto il resto dell’anno, non è necessario aspettare fine dicembre solo per poterli chiamare “regali di Natale”… no? Ed è proprio per questi motivi che io ho deciso che quest anno non faccio alcun regalo (se se :D – in realtà è perché non ho la minima idea di cosa regalare)!

Comunque l’atmosfera natalizia – per quanto falsa e ipocrita – si inizia a sentire anche qui a Bolzano ora… lucette varie (il mio quartiere sembra un albero di Natale gigante, quanto inquinamento!), per non parlare poi delle strade del centro e soprattutto del mercatino, che quest anno ha fatto faville, attirando più di 80000 turisti in un giorno solo (l’8 dicembre per la cronaca)… l’unico problema è che per sto benedetto mercatino di Natale la città è praticamente intasata i weekend… in centro non si riesce a camminare senza dare gomitate a destra e a manca, e anche le strade non sono messe meglio: pensate che i turisti parcheggiano la macchina in zona industriale e poi vengono qui o in autobus o a piedi (40 minuti!) :D Sono tutti pazzi secondo me… ma cosa gli salta in mente per vedere due bancarelle? :P Vabbè, vabbè… tanto tra una settimana è tutto finito, chi si è visto si è visto e chi non si è visto lo si vede a dicembre 2008!

Bene, anche per oggi ho dato :)

Buon inizio settimana a tutti! (ha ha ha…)