Piccoli trucchi per acquistare i biglietti ferroviari in Inghilterra

Qualche consiglio per i colleghi studenti/viaggiatori che come me hanno bisogno di viaggiare spesso e spostarsi in Inghilterra. Come saprete, l’acquisto di un biglietto ferroviario è un disastro per chi non sa come destreggiarsi tra le varie tariffe ed opzioni e si rischia di acquistare un biglietto ad un prezzo inutilmente alto quando in realtà non è necessario.

Ma procediamo per punti:

  • Il costo dei biglietti varia a seconda dell’ora della giornata: peak, off-peak, anytime, super off-peak sono tutte tariffe che variano in base al treno e al suo orario. Ad esempio, la mattina di un giorno lavorativo con ogni probabilità troverete solo biglietti peak, molto più costosi di un off-peak, che viene invece venduto per i treni in circolazione dopo le 9.30 (quando si presume che i pendolari siano già nei loro uffici). Per altri treni è invece previsto un biglietto anytime, ovvero con un prezzo fisso qualsiasi sia l’orario del treno. Ci sono poi i biglietti super off-peak, ancora più convenienti, che servono per indurre le persone con una certa flessibilità di orario a viaggiare negli orari più tranquilli. Se prenotate con un certo anticipo, su alcuni treni è disponibile la tariffa advance, molto vantaggiosa se programmate in anticipo i vostri viaggi. Continua a leggere »

New entry: bottoncino “Like” di Facebook

Come i più attenti lettori di questo blog avranno notato (e non preoccupatevi se non ricadete nella categoria degli “attenti lettori”), quando visualizzate i singoli articoli compare ora il bottoncino like sotto il titolo, che vi permette di condividere l’articolo che state leggendo sulla pagina del vostro profilo di Facebook nel caso in cui vi sia piaciuto e pensiate che possa interessare anche ai vostri amici.

Questo pulsante è uno tra i tanti social plugins di Facebook che, opportunamente integrati all’interno di un sito internet, permettono agli utenti di interagire e condividerne i contenuti online, a patto che siano dotati di un account sull’ormai onnipresente social network per antonomasia.

HTC Desire: aspettando l’aggiornamento a Froyo 2.2

Dopo il rilascio da parte di Google della nuova versione di Android, le aziende produttrici di telefoni cellulari stanno lentamente rendendo disponibile il nuovo sistema operativo sui loro telefoni. Purtroppo il mondo non è tutto rose e fiori e, mentre chi ha acquistato il telefono unbranded (ovvero senza il firmware personalizzato da una compagnia telefonica) ha potuto aggiornare il proprio telefono quasi subito, coloro che hanno un telefono branded dovranno aspettare che l’aggiornamento venga rilasciato dalla loro compagnia telefonica.

Nel mio caso, devo aspettare che T-Mobile si decida a muovere le chiappe, a quanto pare ancora fino a settembre :(

Condivisione e sincronizzazione di file con Dropbox

Scrivo per segnalarvi un servizio che vi tornerà  molto utile nel caso in cui abbiate la necessità di condividere file tra computer, ad esempio se state lavorando ad uno stesso progetto da più postazioni.

Ammesso che abbiate una connessione ad internet a disposizione, potete registrarvi gratuitamente a Dropbox. Come il nome lascia intuire, Dropbox non è altro che una “scatola” virtuale che potete riempire con file e cartelle, che potrete poi rintracciare da qualsiasi computer. Dopo aver installato il programmino scaricabile dal sito, verrà creata nel vostro computer una cartella speciale, costantemente monitorata dal programma che lavora in background. Ogni volta che viene aggiunto, modificato o cancellato un file in questa cartella, il suddetto programmino si occupa di aggiornare la vostra “scatola” online, in modo che i file locali siano sempre corrispondenti a quelli caricati in rete. Se poi installate Dropbox su un secondo computer e lo collegate all’account che usate per il primo computer, secondo la stessa logica, il programma si occuperà della sincronizzazione dei file su cui state lavorando. Continua a leggere »

Flowplayer: player video per il vostro sito internet

La realizzazione di un altro sito internet mi ha messo di fronte alla necessità di trovare un player video gradevole da usare e che fosse in grado di caricare un file video caricato in precedenza sul server. Dopo una ricerca in internet, che mi ha portato a conoscere varie soluzioni più o meno convincenti, ho deciso di usare la versione gratuita di Flowplayer. Non ho acquistato la versione a pagamento per un semplice motivo: il logo che viene mostrato non da troppo fastidio e, detto tra noi, 69 euro per un player che posso usare su un solo dominio mi sembrano eccessivi.

L’implementazione all’interno del sito è abbastanza semplice, basta includere un Javascript, inserire il video sottoforma di link con display:block nelle proprietà CSS ed infine avviare il caricamento del player vero e proprio con un’ulteriore riga di codice, dicendo al browser che quel link è in realtà il video che vogliamo mostrare. Potete trovare un breve esempio di come fare tutto questo su questa pagina del sito ufficiale (in inglese).

Per fare la figheria si può integrare flowplayer all’interno di fancybox. Non è nulla di difficile, ma io ci ho messo tre giorni (per poi capire che il problema era un doppio ID all’interno del codice, e quindi il player cercava di avviarsi sull’elemento sbagliato).

Per i più smanettoni, l’interfaccia grafica di Flowplayer può essere curata in ogni dettaglio. Nel codice può infatti essere personalizzato il comportamento del player (autoplay, ad esempio) e la grafica (barra dei comandi, sfondo, proprietà del riquadro principale…). Sono inoltre supportate le playlist nel caso in cui vogliate mostrare più di un video.

Buona visione a tutti :)

AGGIORNAMENTO 2/10/2012: è uscito il nuovo Flowplayer, che finalmente fa pieno uso di HTML5!

Come contribuire allo sviluppo di Mozilla Firefox

Al contrario di quanto si potrebbe pensare, non è necessario avere particolari conoscenze tecniche, né tonnellate di tempo libero a disposizione. E’ sufficiente avere il browser Mozilla Firefox installato sul proprio computer, scaricare ed installare il plugin Test Pilot (in inglese) e si è pronti a contribuire.

La prima cosa che vi verrà chiesta è di compilare un breve questionario sulle vostre generalità (niente di preoccupante, è solo per inquadrarvi all’interno del bacino di utenti del browser) e poi potrete scegliere di aderire agli studi in corso. Gli studi comprendono varie tematiche, che spaziano dall’uso dei menu alla gestione dei preferiti, al comportamento degli utenti, all’uso del mouse e della tastiera all’interno del browser. Tutto avviene in maniera assolutamente trasparente, con il plugin che lavora in background mentre voi navigate come avete sempre fatto. I dati raccolti in questo modo vengono analizzati ed utilizzati per migliorare le versione future di Firefox.

Inoltre, la partecipazione a questo progetto vi da accesso ai risultati degli studi condotti in precedenza… è sempre interessante andare a curiosare :)