Viaggio in Inghilterra? C’è ESSS ltd

Ebbene sì, questo è un vero e proprio intervento pubblicitario :P Naturalmente non sono stato né pagato per farlo, né me lo ha chiesto qualcuno :)

Volete fare un viaggio in Inghilterra? Non vi destreggiate bene tra i meandri di Internet, o non vi fidate a prenotare/acquistare le cose che vi servono online prima della partenza? Volete evitare brutte sorprese una volta arrivati a Londra?

Per voi c’è ESSS ltd, una piccola compagnia a conduzione familiare con sede a Londra (a Wimbledon, per la precisione) che si occupa di organizzare viaggi studio e vacanze in Inghilterra per gruppi di persone e singoli. Dal momento in cui ci si rivolge a loro, si può chiedere un preventivo e valutare l’offerta ricevuta. Sono loro ad occuparsi di tutto: dal volo ai trasporti nella città, dal mangiare (per gli studenti che frequentano una scuola ad esempio è previsto, volendo, un packet lunch per pranzo) alle visite guidate, che spesso sono convenienti in quanto, come azienda, riescono generalmente ad ottenere prezzi migliori. Gli studenti in vacanza-studio si possono iscrivere in una scuola di lingua inglese a Wimbledon (e per esperienza personale vi posso assicurare che sono molto valide), e verranno ospitati da famiglie del luogo.

La ESSS ltd è a disposizione 24h/24 per qualsiasi domanda o problema durante, prima e dopo la permanenza a Londra.

Se siete interessati, chiedete pure a me o mettetevi in contatto direttamente con loro tramite il loro sito :)

Bottega del Matematico

Anche quest’anno si tiene a Salorno la Bottega del Matematico, iniziativa organizzata  e interamente finanziata dalla Provincia di Bolzano con lo scopo di far lavorare gruppi di studenti tra di loro e con alcuni professori della facoltà di matematica dell’Università di Trento. Come sempre, vengono scelti 20 partecipanti tra gli studenti interessati, che in ogni caso devono aver raggiunto risultati di eccellenza nelle materie scolastiche, matematiche e non. Ogni anno l’esperienza è basata su un tema specifico che gli studenti affronteranno, aiutati dai propri insegnanti e dai professori universitari, dopo essere stati divisi in gruppi. Le attività di ricerca si svolgeranno la mattina e il pomeriggio dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Il tutto si concluderà con un’esposizione del proprio percorso di approfondimento da parte di ogni gruppo.

L’edizione 2009 si terrà ancora una volta a Salorno, dal 30 marzo al 2 aprile. Studenti e professori verranno ospitati nell’ostello Noldin.

Per ulteriori informazioni sull’edizione 2009: comunicato stampa della Provincia di Bolzano.

Tesina di maturità!

Ecco a voi il percorso che ho deciso di fare per la tesina di maturità che sto scrivendo in questi tempi (sto cercando di trovare il tempo almeno.. l’intenzione c’è ed è quello l’importante!). E’ ancora molto traballante e provvisorio, ma vi può dare un’idea di quelli che saranno in contenuti :)

Perché una tesina sull’aeronautica

Breve storia del volo

Il sogno di volare: Dedalo e Icaro

Le macchine di Leonardo

Il primo volo

L’importanza del volo nella guerra (?)

L’aeronautica nell’arte: l’aeropittura nel contesto del futurismo (?)

I principi fisici del volo

Introduzione

Principio di azione-reazione

Cosa accade intorno all’ala

Resistenze

Circolazione e teorema di Kutta-Zakowski

Principio di Bernoulli

Strumenti di bordo

Tubi di Pitot: altimetro, variometro, anemometro, misurazione di pressione e temperatura

Bussola magnetica

Determinazione della posizione di un aeromobile: stimata, rilevata, per mezzo di giroscopi e del GPS, radiofari e altri ausili alla navigazione

Bibliografia e sitografia

Ringraziamenti

That’s it! Should be, at least :D

Logitech Desktop Cordless S510

Come avrete intuito dal titolo dell’intervento, qualche giorno fa ho comprato il corredo tastiera/mouse Logitech Desktop Cordless S510. Premetto che io da una tastiera mi aspetto solo che faccia il proprio dovere senza affaticare troppo le mani, non sono certo uno di quei giocatori incalliti che pretendono il massimo delle prestazioni e il minimo tempo di risposta di mouse e tasti ;) Detto questo, mi ritengo abbastanza soddisfatto dell’acquisto. Buon design, comodo da usare, prezzo – direi – nella media (pagato 49€ in negozio) e facilissima installazione. Cosa che mi piace molto, il mouse è dotato del bottoncino per spegnerlo dopo averlo usato (è risaputo infatti che questa periferica è quella che ciuccia di più le batterie), mentre sia mouse che tastiera sono dotati di un piccolo led che segnala con 10 giorni di anticipo l’imminente esaurimento delle batterie (o almeno così dice il manuale, non sono ancora riuscito a sperimentarlo). La tastiera è dotata di alcuni tasti multimediali per gestire la riproduzione dei files multimediali, il volume e lo zoom delle pagine visualizzate; è anche presente un tasto per spegnere il computer; inoltre tutti i tasti funzione, oltre ad avere la loro funzione normale, hanno anche una funziona aggiuntiva programmabile dal programma della Logitech incluso nella confezione (che però consiglio di scaricare direttamente dal sito, in modo da ottenere l’ultima versione).

LogitechS510

Limitazioni per i neopatentati B

Un post molto veloce per fare chiarezza sulle limitazioni attualmente in vigore (12/03/2009) per coloro che conseguono la patente B, visto che in giro per la rete c’è una confusione assurda (non sono ancora riuscito a trovare due siti che dicano la stessa cosa). Il decreto legge che limita, per il primo anno dopo il conseguimento della patente, le automobili guidabili a quelle il cui rapporto potenza/peso sia inferiore a 50kW/kg (riferito alla tara), non è ancora entrato in vigore (per ora è stato rimandato a gennaio 2010). Rimangono le limitazioni di velocità per i primi tre anni di 100 km/h in autostrada e di 90 km/h su strade extraurbane! ;)

Piccola novità: Google AdSense

Avrete notato che nella barra laterale del blog ho inserito due inserzioni pubblicitarie di Google AdSense, così come anche nelle pagine di visualizzazione del singolo articolo. Non dovrebbero dare fastidio più di tanto, consideratelo un esperimento! Vedremo i risultati a lungo termine! ;)

Fototessere fai da te, ovvero: stampare fototessere a casa

Mai avuto bisogno urgente di fototessere, oppure di non aver voglia di andare fino alla macchinetta per farle? Allora perché non farsele in casa? :D

Tutto ciò che serve è:

  • una macchina fotografica digitale;
  • un programma di fotoritocco;
  • della carta fotografica su cui stampare (non è necessario avere la cartuccia per le foto, anche se la qualità sarebbe migliore).

That’s it!

Mettetevi davanti ad un muro bianco, il più vicino possibile ad esso per evitare ombre dietro di voi. La macchina fotografica deve essere sistemata frontalmente, alla stessa altezza del vostro viso.

Per quanto riguarda la fase di fotoritocco, basta ritagliare opportunamente le foto, in modo che comprendano almeno tutto il vostro viso, il collo e parte delle spalle; potete anche giocare su luci ed ombre ed, eventualmente, sul bilanciamento del colore (ma senza esagerare, rischiate di ottenere effetti surreali). Fate attenzione che nella foto che scegliete abbiate una posizione frontale, in modo che si vedano entrambe le orecchie. Facendo le fototessere per la patente, ho notato che quelle venute meglio sono quelle senza flash in ambiente con luminosità diffusa (che comunque è stata messa a posto in fase di fotoritocco). La dimensione “standard” di una fototessera è di 35mm di larghezza per 45mm di altezza, e in un foglio di carta 10×15 ce ne stanno fino a sei.

Quando decidete di stampare, potete preparare un primo foglio con varie fotografie, in modo da scegliere quella che vi piace di più. Se invece l’avete già scelta, potete stampare subito le fototessere che andrete poi a ritagliare.

In alternativa potete anche utilizzare programmini gratuiti come questo, ce ne sono un sacco in giro per la rete, con risultati ovviamente meno “raffinati” ;)

Terza e quarta risposta dalle università inglesi: Hertfordshire&Surrey

Altra Conditional Offer ricevuta tramite l’UCAS questa volta dall’università dello Hertfordshire, che richiede un punteggio di 70/100 all’esame e 6,5 allo IELTS (che ora almeno so per certo di avere :p ), tutto questo per il corso MEng Aerospace Engineering with Pilot Studies, che ho scelto – lo ammetto – un po’ così per fare ma che per intraprendere la carriera di pilota sarebbe una vera figata, perdonatemi l’espressione :)

Rifiutata invece l’application all’università del Surrey, peccato perché era una di quelle a cui tenevo di più…

Manca quindi l’ultima università da cui aspetto una risposta: Loughborough! (che comunque non mi attira più di tanto)

Si delinea quindi la decisione finale che, se ricevo la risposta da Loughborough entro il 31 marzo, deve essere presa entro il 5 maggio: università in Italia o in Inghilterra? E, nel secondo caso: Bath, Southampton (che al momento è la favorita), Hertfordshire o (eventualmente) Loughborough? Boh!

Risultati IELTS online

Per vedere online i risultati dell’esame IELTS, è sufficiente andare sul sito http://ielts-results.britishcouncil.org/ ed inserire i dati relativi alla propria sessione d’esame, che comprendono il numero del candidato, la data di nascita, il numero del documento utilizzato come mezzo di riconoscimento in sede d’esame e la data dello stesso. I risultati vengono pubblicati sempre dopo 13 giorni esatti dalla data dell’esame.

Oggi sono stati pubblicati online i risultati dell’esame IELTS che ho sostenuto il 21 febbraio! Questi i risultati, in una scala da 1 a 9:

  • listening 8,5
  • writing 6,5
  • speaking 7
  • reading 9
  • overall 8

Quindi abbondantemente sopra il punteggio finora richiesto dalle università inglesi! Evvai! :D